Nuovo
Rodolfo Graziani (Filettino 1882 - Roma 1955) Visualizza ingrandito

Rodolfo Graziani (Filettino 1882 - Roma 1955)

Nuovo prodotto

1 Articolo

Attenzione: Ultimi articoli in magazzino!

280,00 €

Importante documento dattiloscritto dat. 22 ottobre 1940-XVIII del Generale del Regio Esercito Italiano, Maresciallo d'Italia e Governatore della Libia durante la seconda guerra mondiale. Promemoria scritto per Attilio Teruzzi relativo al conferimento della cittadinanza italiana speciale per i libici musulmani (R.D.L. 9 gennaio 1939 - XVII, N. 70). Riportiamo un passo a titolo esemplificativo. 'La quistione della elargizione della piena cittadinanza metropolitana ai sudditi musulmani non ha mai potuto prescindere dalla necessita' di rispettare il loro statuto personale e successorio, cui - per motivi giuridici e religiosi - sono strettissimamente, gelosamente attaccate le popolazioni islamiche. Pregiudiziale, questa, insuperabile, come dimostrano gli infruttuosi tentativi programmati dalla Francia in Algeria ed altrove, in conformita' della sua politica assimilatrice ad oltranza. Sostanzialmente, anche presso di noi il problema si dibatte interno alle due possibili soluzioni: cittadinanza piena, con perdita dello statuto personale e successorio - cittadinanza piena, con mantenimento dello statuto stesso. Alla prima soluzione si e' obiettato che i musulmani - come l'esperienza ha dovunque dimostrato . sarebbero sempre stati restii, per motivi religiosi, a chiedere la piena cittadinanza italiana, allo scopo di non rinunciare al loro statuto personale e successorio, e quei pochissimi - per la maggior parte notabili - che l'avessero acquistata, avrebbe finito, come verificatosi altrove, col perdere presso i correligionari quell'ascendente di cui avevano sempre goduto in precedenza; inconveniente, questo, di particolare gravita' politica. La seconda soluzione cozzava contro lo stesso ordinamento giuridico italiano, il quale, specie dopo il concordato con la Santa Sede, non avrebbe mai potuto accogliere un tipo di cittadinanza italiana (anche se limitato territorialmente alle sole regioni abitate in prevalenza da musulmani) in cui si ammettevano la poligamia ed il divorzio, istituti assolutamente contrari non solo all'ordine pubblico, ma anche all'educazione ed ai sentimenti del popolo italiano...'. Dodici pagine in-4. Unita: lettera datt. di Graziani diretta a Teruzzi, contenente righi autografi firmati del destinatario, in cui comunica la propria adesione alle conclusioni del Generale. 'Concordo. Non faccia modifiche fino a guerra finita'. Una pagina in- 4.

30 other products in the same category: