View larger

CALANDRA Davide (Torino 1856 - ivi 1915)

New product

Bella lettera autografa firmata, datata Pistoia 12. V. 1911 del rinomato scultore ed ebanista torinese, autore di importanti opere in tutta Italia (monumento equestre di Garibaldi a Parma, monumento a Umberto I a Villa Borghese) nella quale comunica al collega Ettore Ferrari che, essendo mancato da pochi giorni il collega e amico Cesare Reduzzi, ha pensato di ultimare assieme ad altri amici un gruppo scultoreo per Vittorio Emanuele II cui il Reduzzi stava lavorando nell'ultimo periodo della sua vita. 'In questo frattempo il bozzetto era stato sviluppato in grande da due allievi, sotto la direzione di Rubino. Fu un intervallo, poi, della malattia, dopo una prima operazione che sembrava aver messo il povero amico in convalescenza, e mentre egli attendeva da un giorno all'altro di riprendere il lavoro, si recava ogni giorno al suo studio ed aveva fatto abbozzare il modello ad un punto abbastanza avanzato. Poi il male lo riprese e si sviluppò un cancro così esteso che i medici non seppero più dove e come operare...'. 'E' naturale ora che, non solo la famiglia, ma i colleghi ch'egli più amava e stimava, vogliano dare alla sua memoria un tributo del loro affetto: ed è perciò che Bistolfi, Rubino ed io ci saremmo proposti di provvedere coll'opera nostra all'ultimazione del gruppo, conservandogli, ben inteso, la forma del Reduzzi...'. 4 pagine in-8.