FUMAGALLI Mario (sec. XX)

New product

1 Item

Warning: Last items in stock!

70,00 €

Lettera autografa firmata (senza data) del capocomico che assieme a Lucio D'Ambra fondo' nel 1923 al Teatro Eliseo di Roma la compagnia chiamata 'Teatro degli Italiani', diretta al Comm. Schanzer, al quale comunica di non ritenere adatto alla messa in scena un lavoro teatrale scritto da quest'ultimo presso l'istituzione di cui e' presidente. ""Da chi avrei potuto farle consegnare il copione del lavoro se non dal portiere? Non vedo in questo nulla che La possa offendere: molto meno il mio franco pensiero sul lavoro che ho letto - ricco di grande erudizione - ma punto drammatico, a mio modo di vedere (e possa ingannarmi). Ad ogni modo il teatro degli italiani non avrebbe potuto gravarsi della dispendiosissima messa in scena per un lavoro in un atto che io, nella mia coscienza d'artista non ritengo vitale e per il quale si sarebbe dovuto scritturare appositamente un attore per la parte del protagonista..."". Due pagine in-8, carta int. 'Teatro degli italiani'. Strappo al margine inf.

30 other products in the same category: