154-4122

CALDERINI Marco (Torino 1850 - ivi 1941)

New product

1 Item

Warning: Last items in stock!

120,00 €

Rinomato pittore e critico d'arte, iniziò la sua carriera nel 1870 col quadro Le rive del Po a Torino, che è una delle più notevoli opere collocate nel Museo Civico torinese. Nello stesso anno realizzò il dipinto Le statue solitarie, nella Galleria d'Arte Moderna di Roma, a cui seguirono molte altre tele di vedute smaglianti del Piemonte. Coltivò la litografia e fu scrittore di cose d'arte. Nel 1899 partecipò alla terza Esposizione Internazionale d'Arte di Venezia. Tra i suoi scritti si ricordano: Le memorie postume di Francesco Mosso (1885) e Antonio Fontanesi: pittore paesista (1901). Lettera autografa firmata, datata Torino, corso Q. Sella 72, 29.10.1908, su questioni artistiche. "Caro signore, un po' in ritardo ma a grande velocità abbiamo fatto la nostra spedizione di tre dipinti a olio per la loro Esposizione, specificati come segue: strada Bobbio Pellice Monviso £ 1600 - (quadro mio) - più: due studi di mio figlio Luigi, 1° - nel Castagneto, 2° - un torrente in Val Pellice £ 550 l'uno. Spero che questi due quadretti siano accettati. In caso contrario la prego di avvertire me e non mio figlio cha ha già troppi altri contrasti. Egli non ha potuto per questa loro esposizione preparare opere di scultura e vi sarebbe bisogno di riavere al più presto gli elefanti, posto che non si potevano vendere. Anzi, a tal proposito le sarò grato se ci manderà pure il cliché della zincotipia di questi elefanti, pubblicata nel loro catalogo illustrato. Si ricorderà che il consenso di riproduzione era dato a tal condizione...". 4 pp. in-8, su bifolio. Alcune sottolineature a matita rossa.

30 other products in the same category: