154-6915

GOLFARELLI Tullo (Cesena 1853 - Bologna 1928)

New product

1 Item

Warning: Last items in stock!

250,00 €

Rinomato scultore romagnolo, dal 1893 visse a Bologna, dove si iscrisse all'Accademia di Belle Arti e dove perfezionò il modellato seguendo i corsi dello scultore Salvino Salvini. In questo stesso anno stabilì il suo studio di scultura in palazzo Bentivoglio, in via delle Belle Arti, che trasferì poi in via degli Angeli. Entrato a far parte nella città felsinea della "brigata carducciana", da questa data Golfarelli divenne assiduo frequentatore di circoli letterari stringendo amicizia con Pascoli, Carducci, Saffi, Costa. Fu lo stesso Pascoli, che elogiò più volte la sua opera, a commissionargli i cartoni dei bassorilievi in bronzo cesellato per le Odi barbare di Carducci. Nel 1896, sempre a Bologna, vinse il concorso per il bassorilievo da porsi presso la scalea della Montagnola, rappresentante la Cacciata degli Austriaci da Bologna nel 1848. Divenuto uno degli artisti più richiesti per l'esecuzione di opere plastiche a carattere monumentale e celebrativo, operò per il cimitero comunale alla Certosa in una decina di monumenti funebri. Carteggio costituito da quattro lettere autografe firmate, risalenti all'arco cronologico 1884-1889, indirizzate al collega Enrico Barberi (1850-1941). Riportiamo un passo a puro titolo esemplificativo. "Io avrei già dovuto renderle quello che Ella con tanta gentilezza mi prestò, ed invece è passato un lunghissimo tempo. Al pensare a ciò mi sento salire al volto il rossore. Causa di tutto questo è la tristissima mia posizione. Speravo che mi avessero subito inaugurato la statua e di avere come mi dicevano dato del denaro, ma invece tutto è andato per la peggio. Però, Signor Barberi, non mancherò di fare qualunque sacrificio per riparare a questo sacrosanto dovere. So che qui in Bologna si apre un'esposizione, io ho fatto qualche cosetta...". Per un totale di 7 pagine. E' unita una busta.

30 other products in the same category: