154-2246

NOVELLI Ermete (Lucca 1851 - Benevento 1919)

New product

1 Item

Warning: Last items in stock!

100,00 €

Capocomico dal 1884 (nel triennio 1891-94 in società con C. Leigheb), un suo tentativo di teatro stabile al Valle di Roma (Casa di Goldoni, 1900-02) non ebbe fortuna. Fu attore di notevolissima spontaneità, acclamato in Italia e all'estero, perfetto conoscitore di tutte le risorse tecniche. Il suo repertorio andava dai monologhi e dalle farse alla commedia brillante e satirica, al dramma romantico e alla tragedia; fu maestro di tutta una generazione di attori. Lettera autografa firmata, datata Roma 4 novembre (s.a.) diretta al Conte De Gubernatis (come da nota ms. di altra mano alla quarta). "Dio mi aiuti nell'intrapresa istituzione: io Le assicuro che l'Ideale è grande! Voglia ancora, Illustre Signore, scusare l'involontario mancato invito: riporti la sua mente ai giorni nervosi e snervanti della preparazione e mi perdoni!...". 1 p. in-8, su bifolio, carta intestata.

30 other products in the same category: