146-4217

GROSSO Stefano (Albissola Marina 1824 - Celle Ligure 1903)

New product

1 Item

Warning: Last items in stock!

120,00 €

Bella lettera autografa firmata del filologo e letterato, inviata da Albissola Marina in data 23 marzo 1900, al filologo Giovanni Tortoli (Firenze, 1832-1914), Arciconsolo della Crusca, nella quale ricorda il comune amico Carlo Negroni (Vigevano, 1819-1896), valente letterato scomparso quattro anni prima. L'occasione è data dalla di poco precedente commemorazione del Negroni recitata dal Tortoli nella solenne adunanza della Crusca del 7 gennaio 1900. "Io che in Novara ho insegnato quattordici anni, non conobbi chi, pel pubblico bene de' suoi concittadini si adoperasse più di lui. Ciò che avvenne quando ebbe accettato il grave carico di sindaco di Novara, io lo avevo preveduto....".Stefano Grosso entrò nel 1842 nell'Ordine dei Padri somaschi a Genova. Laureatosi nel 1850, fu professore di grammatica e retorica a Casale Monferrato, Valenza Po, Novi Ligure, Rapallo, Genova, Novara e Milano. Compì numerosi studi letterati, e fu tenuto in stima da Niccolò Tommaseo, Tullio Massarani, Prospero Viani e Giosuè Carducci. La sua appartenenza all'Ordine dei somaschi gli inibì la carriera universitaria, ma ebbe ampi riconoscimenti, divenendo socio all'Istituto germanico di archeologia e dell'Accademia della Crusca. Difensore della tradizione filologica italiana contro la "mala pianta" germanica, scrisse importanti testi epigrafici e di letteratura classica, dedicandosi principalmente a studi danteschi.

30 other products in the same category: