149-1121

SQUARZINA Luigi (Livorno 1922 - Roma 2010)

New product

1 Item

Warning: Last items in stock!

120,00 €

Due lettere autografe firmate, del rinomato regista, drammaturgo, direttore artistico e attore, direttore artistico del Teatro Argentina di Roma dal 1976 al 1983, docente di Istituzioni di regia al DAMS di Bologna (1975). Nella prima missiva, datata 5 sett. 1965 propone di rappresentare il Don Giovanni di Mozart presso il teatro milanese. "Ho sentito il Don Giovanni a Edimburgo. Ho sentito e non 'visto' perché Puecher e Damiani erano scappati con scene e costumi sottobraccio. L'orchestra di Giulini e il rapporto con le voci, mi è parso un impasto eccellente, la sua è un'interpretazione dove predominano la malinconia, l'amore, l'atmosfera...". "Ho parlato con Giulini. Se Maazel rompe le scatole, perché non sentiamo se Giulini è libero in marzo/aprile? lui per il Don Giovanni credo verrebbe a piedi dall'India, perché adora l'opera. Credo che, parlandoci, potrei convincerlo di determinate esigenze, e che insieme troveremmo anche le fiamme dell'inferno e l'odore di f... (chiedo scusa) che sono indispensabili per una comprensione odierna del noto musicista W.A.M...". Tre pp. in-4, su carta int. Fori di archiviazione. Nella seconda, s.a., comunica al sovrintendente Siciliani di aver contratto "il tifo". "e mi hanno tenuto in clinica fino a pochi giorni fa". Una p. in-8, carta int.

30 other products in the same category: