153-5413

MANZONI Giacomo (Milano 1932)

New product

1 Item

Warning: Last items in stock!

150,00 €

Professore di composizione nel conservatorio di Milano, fu critico musicale dell''Unità' (1961-66). Sensibile all'influsso di Schönberg e in genere della Scuola di Vienna, è autore di opere per teatro (La Sentenza, un atto di E. Jona, 1960; Atomtod, ancora su libretto di Jona, 1965; Per Massimiliano Robespierre, su testi vari e con la collaborazione di L. Pestalozza e V. Puecher, 1975) e di composizioni orchestrali (Ombre, dedicato a Che Guevara, 1967-68; Parole da Beckett, 1971; Modulor, 1979; Ode, 1982; Sembianti, 2003). Del 1995 è, invece, il Furioso per violino e pianoforte. Tra i suoi libri Guida all'ascolto della musica sinfonica (1967), A. Schönberg. L'uomo, l'opera, i testi musicali (1975), oltre a traduzioni di scritti dello stesso Schönberg e di Adorno. Nel 2007 alla Biennale di Venezia Musica ha ricevuto il Leone d'oro alla carriera. Lettera datt. firmata, datata Milano 4 marzo 1964 diretta al maestro Francesco Siciliani, "Eccole finalmente il testo dell'opera, che spero Le giunga in un momento di relativa calma in modo che sia possibile avviare il discorso di cui si diceva (cantanti). Premetto: che il testo non è concluso (manca il finalissimo, ma saranno solo 10-20 versi); che la veste per quanto riguarda le didascalie non è ovviamente definitiva; che i nomi dei personaggi vanno ancora definiti e che Jona si sta occupando anche di queste ultime cose...". 1 p. in-4, su carta int. Si riferisce all'opera tit. Atomtod (1964) su testo di Emilio Jona. La prima assoluta, diretta da Claudio Abbado, andò in scena nel 1965 al teatro della Piccola Scala di Milano. Sono uniti: il suaccennato testo teatrale originale di Atomtod: dattiloscritto con alcune correzioni autografe di Emilio Jona. Fascicolo di 6 pp. in-4 numerate (la prima senza num.); un ritaglio di giornale relativo alla prima rappresentazione dell'opera.

30 other products in the same category: