MAJOCCHI Gian Alessandro (1795 - 1854)

New product

1 Item

Warning: Last items in stock!

250,00 €

Lettera autografa firmata dat. Serravalle di Scrivia 28 agosto 1848 dell‘illustre fisico. Scrive al Conte di Petitti di Roreto al quale chiede di poter essere impiegato in Piemonte come professore di fisica poiché, a causa di alcuni suoi scritti patriottici è dovuto fuggire da Milano onde evitare le persecuzioni del governo austriaco. “Ella forse si ricorderà di me, avendo avuto l‘occasione di ritrovarmi più volte seco lei ai nostri Congressi Scientifici. Professore di fisica e meccanica nel R. Liceo di Milano, durante gli ultimi sconvolgimenti politici io presi a sostenere nei (...) fogli la felice idea d‘un forte Regno nel nord della Penisola e la necessità della confederazione degli stati italiani, e pubblicai inoltre parecchi altri articoli l‘obbrobrioso straniero, che purtroppo gravita ancora in questa nostra Italia (...) Profugo in un regno, di cui per voto spontaneo dei popoli la Lombardia fa parte, io desidererei essere occupato in questa capitale...”. Due pagine in- 4. Indirizzo autografo e timbri postali alla quarta.

30 other products in the same category: