Francesco Ambrosoli (Como 1797 - Milano 1868) Visualizza ingrandito

100yA

Francesco Ambrosoli (Como 1797 - Milano 1868)

Nuovo prodotto

1 Articolo

Attenzione: Ultimi articoli in magazzino!

120,00 €

Bella lettera autografa firmata dat. Milano 6 marzo 1862 del letterato e traduttore (dal greco e dal tedesco) autore di manuali e grammatiche, in cui scrive al corrispondente su questioni private e letterarie. “Avrà potuto sapere per lettere o per telegrafo come io sono stato cagione che alle poesie di Donna Eugenia se ne aggiungesse una nuova, nella quale è notabile principalmente la felicità di render poetica, e liricamente poetica, una serie di pensieri semplicissimi…”. “Ma perché s’è ella addossato un lavoro sì lungo, che altri poteva eseguire abbastanza bene, interrompendo gli studi sull’Ariosto, ai quali nessuno è apparecchiato al pari di Lei?...”. “E anch’io non ho potuto godere quell’ozio vagheggiato ne’miei anni viennesi, e spendere questi ultimi giorni in qualche lavoro letterario di mia elezione. L’istituto ha voluto nominarmi Vice-Presidente; ed ora, per la morte del De Cristoforis, divento Presidente, la qual carica dura due anni. Perciò, in quanto allo scrivere cose pensate e degne di restare nella memoria dei posteri, la porta del futuro è già chiusa…”. Tre pagine in-8, in elegante grafia.

30 other products in the same category: