Gaspero Garatoni (Ravenna 1743 - ivi 1817) Visualizza ingrandito

196yA

Gaspero Garatoni (Ravenna 1743 - ivi 1817)

Nuovo prodotto

1 Articolo

Attenzione: Ultimi articoli in magazzino!

250,00 €

Interessante lettera autografa firmata del filologo e latinista che dedicò tutta la vita a restaurare i manoscritti delle opere antiche, in particolare di Cicerone. Una pagina in-4, Roma, 7 settembre 1778, diretta all‘Abate Giacomo Turchi di Savignano, a proposito delle rivalità che circolano negli ambienti della burocrazia vaticana. "Pensate alle bellezze di Roma, ed all‘amor che vi portano i vostri amici, tra quali io mi piglio il primo luogo. Che se penserete alla Curia, e a cotali altre bestie, molto più duro vi parrà il venirci, e molto più dolce il fianco, a cui non so se facciate, o se da lui vi sia fatta colonna. Morette il Muto della Ruota, a cui serviva Simonetti fu sostituito Lancellotto e Messer lo Papa colla mano divina scrisse a costui che pigliasse per aiutante di studio Simonetti...". Indirizzo autografo al verso.

30 other products in the same category: